“La Traviata”

Domenica 19 novembre 2017 ore 16:00

ASSOCIAZIONE RITORNO ALL’OPERA presenta
LA TRAVIATA

Dramma lirico in 2 atti di Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave.
L’opera è tratta dalla Pièce Teatrale di Alexandre Dumas “La Signora delle Camelie”, viene considerata l’Opera più significativa e romantica di Verdi.

LA TRAMA

Atto Primo – Parigi, alla metà dell’Ottocento. C’è una gran festa a casa di Violetta Valéry, una mondana famosa. Un nobile, Gastone, presenta alla padrona di casa il suo amico Alfredo, che l’ammira sinceramente. Mentre Violetta e Alfredo danzano, il giovane le dichiara tutto il suo amore e violetta gli regala un fiore, una camelia: rivedrà Alfredo solo quando sarà appassita. Alla fine della festa, Violetta deve ammettere di essersi innamorata per davvero, per la prima volta.

Atto Secondo – Alfredo e Violetta vivono felici in una villa di campagna. Quando l’uomo viene a sapere che la Signora sta vendendo i suoi gioielli perché rimasta senza denaro, si precipita a Parigi per procurarsene. Violetta riceve la visita del padre di Alfredo, Giorgio Germont, che l’accusa di condurre il figlio nella miseria. Il suo proposito è quello di separare i due amanti perché quel legame dà scandalo. La donna deve scegliere, e fa quello che crede essere il bene del suo innamorato. Abbandona Alfredo che è colto da gelosia. Ad una festa, Alfredo s’indigna e tratta Violetta da prostituta. Arriva però il padre che lo rimprovera per questo comportamento, pur non svelandogli la verità.

Atto Terzo – Il male che da tempo mina la salute di Violetta si è molto aggravato. La donna non può più alzarsi dal suo letto. Le giunge una lettera di Germont: finalmente, ha deciso di spiegare tutto a suo figlio. Alfredo si è commosso e sta arrivando. Violetta è incredibilmente contenta, ma per lei non c’è più nulla da fare; teme, anzi, di non sopravvivere fino al suo arrivo. Ma, infine, Alfredo è lì, al suo capezzale; e vi è anche suo padre, profondamente pentito. La tisi uccide Violetta davanti a loro, in un clima acuto di dolore, addolcito però dalla delicatezza e dalla purezza dei sentimenti.

 

PREZZO DEI BIGLIETTI:   

INTERI: Platea € 36,00 | 1° Galleria € 32,00 | 2° Galleria € 28,00
RIDOTTI: Platea € 32,00 | 1° Galleria € 28,00 | 2° Galleria € 24,00
6 LIBERO: Platea € 31,00 | 1° Galleria € 27,00 | 2° Galleria € 23,00

Acquista su TicketOne.it

INFO ABBONAMENTO “6 LIBERO”

Precedente I Legnanesi in "Signori si nasce... e noi?"